Spesometro e fatturazione elettronica fra privati: esistono differenze? Cosa conviene ai contribuenti?

Pubblicato il 17 febbraio 2017

nel 2017 si propone in modo assai invasivo il problema dello spesometro trimestrale (in attesa delle modifiche promesse col decreto Milleproroghe): cosa conviene a contribuenti e consulenti? E' meglio la trasmissione elettronica delle fatture o lo spesometro infrannuale?

SpesometroDopo i numerosi chiarimenti intervenuti dall’inizio dell’anno (gli ultimi nel corso del Telefisco 2017), risulta evidente che l’invio dei dati delle fatture emesse e ricevute, da effettuarsi ai sensi del D.L. n. 193/2016, è un adempimento molto simile a quello previsto dal D.Lgs n. 127/2015. E’ possibile, però, individuare talune differenze che devono indurre gli operatori ad effettuare attente riflessioni.

La prima diversità riguarda l’obbligo o la facoltà dell’adempimento. Invece le modalità di trasmissione dei dati all’Agenzia delle entrate sono pressoché coincidenti. Tali modalità sono regolamentate dai Provvedimenti dell’Agenzia delle entrate prot. n. 182017 del 28 ottobre 2016 e n. 21280 del 1 dicembre 2016.

La trasmissione dei dati relativi alle fatture emesse e ricevute, disciplinata dal predetto D.L. n. 193/2016, è obbligatoria. La periodicità dell’i