Rottamazione delle cartelle: informativa alla clientela dello Studio

La rottamazione dei ruoli di Equitalia resa operativa dal DL 193/2016 appare il provvedimento di maggior impatto collegato alla Legge di bilancio per il 2017 perché rappresenta una sorta di condono per chiunque abbia debiti con Equitalia definibili secondo le previsioni di Legge. Si tratta di un provvedimento che può raggiungere una vastissima platea di soggetti interessati, platea che potrebbe aumentare se aumenterà la gamma di posizioni definibili in sede di conversione del decreto.
Non compete al consulente scegliere se aderire o meno, ma per dovere e correttezza professionale deve informare il cliente di questa possibilità, poichè vi possono essere posizioni che il professionista ignora, ma rientranti astrattamente nell’ambito della rottamazione. L’informativa scritta (anche semplicemente a mezzo mail) può servire per evitare future contestazioni dei clienti del tipo: “perchè non mi hai fatto fare il condono?”. Anche se la notizia della rottamazione è arcinota e pubblicizzata su tutti i mezzi di informazione, a posteriori ci sarà sempre qualcuno scontento per non averne usufruito anche se non conveniente.
Ovviamente, ognuno dovrà valutare il caso concreto di concerto con il cliente anche alla luce delle disponibilità finanziarie di quest’ultimo. In questa situazione il ruolo del professionista è quello di aiutare a valutare la convenienza. Ad oggi la valutazione più difficile è la scelta fra il pagamento con lo sconto, ma nel termine breve di un anno (circa), o una maggior rateazione concedibile da Equitalia. Tale valutazione va fatta tenendo conto delle disponibilità finanziarie del contribuente.
L’informativa proposta è volutamente stringata: segnala al cliente la possibilità di rottamazione delle cartelle e suggerisce di contattare il professionista se interessato a procedere alla valutazione di convenienza.
Facsimile
Esempio di informativa
Gentile cliente,

con la presente volevo informarLa che l’articolo 6 del D.L. 193/…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it