La rinuncia del sindaco effettivo: suggerimenti di prassi

La rinunzia del sindaco (cd. “dimissioni”) è l’atto mediante il quale il sindaco pone termine all’incarico che gli è stato conferito prima della naturale scadenza dello stesso
Il sindaco è libero di rinunciare in qualsiasi momento all’incarico. E’ opportuno che la rinuncia avvenga per iscritto. Della rinuncia devono essere informati il cda e i membri supplenti del collegio. La comunicazione deve indicare le ragioni della rinuncia.
La rinuncia del sindaco è immediatamente efficace nel momento in cui è comunicata all’organo amministrativo, indipendentemente dall’avvenuta sostituzione da parte del sindaco supplente.
Non si applica l’istituto della “prorogatio” che esclude l’effettiva cessazione dall’incarico di sindaco dimissionario fino a quando non sia reintegrato il Collegio Sindacale con nuovi membri.
La rinuncia alla carica di sindaco e la relativa comunicazione
La rinunzia del sindaco (cd. “dimissioni”) è l’atto mediante il quale il sindaco pone termine all’incarico che gli è stato conferito prima della naturale scadenza dello stesso. Il D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, in vigore dal 1° gennaio 2004 ha precisato che i sindaci rimangono in carica per tre esercizi e scadono alla data dell’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio dall’assunzione della carica.
Le dimissioni hanno effetto immediato indipendentemente dalla sostituzione o meno con sindaco supplente, quindi anche quando non vi è la disponibilità immediata del sindaco supplente alla sostituzione.
La rinuncia non necessita di particolari formalità o di una preventiva accettazione da parte dell’assemblea dei soci.
Appare opportuno che la rinunzia sia espressa in forma scritta e comunicata con un mezzo che ne assicuri l’effettiva ricezione da parte dei destinatari, ad esempio mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento e posta elettronica certificata.
La rinunzia deve essere comunicata ai seguenti destinatari:

A tutti gli amministratori, in presenza del Consiglio di Amministrazione;

Ai sindaci effettivi rimasti in carica;

Ai sindaci supplenti

Entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione di rinunzia gli amministratori devono richiedere l’iscrizione nel registro delle imprese della cessazione dell’ufficio di sindaco. L’iscrizione nel registro delle imprese ha la funzione di rendere conoscibili ai terzi le vicende che riguardano la società.
Si ritiene opportuno inviare la dichiarazione di rinunzia anche al presidente del Collegio Sindacale. In caso di rinunzia dello stesso Presidente del Collegio Sindacale, la comunicazione può essere inviata al sindaco destinato ad assumere la presidenza in sostituzione del sindaco dimissionario, ossia il più anziano dei sindaci.
Non si condivide l’opinione secondo cui le dimissioni del sindaco, per essere efficaci, devono essere necessariamente comunicate ai sindaci supplenti; infatti la Cassazione 4 maggio 2012 n. 6788 nella quale si afferma che “proprio il trasferimento di obblighi che comportano le dimissioni del sindaco giustifica ed impone che l’operatività abbia inizio con la comunicazione di esse al sindaco supplente”.
Nel caso in cui il Collegio Sindacale sia anche incaricato della revisione legale dei conti, ai sensi dell’art. 2409 c.c. o dell’art. 2477 c.c., la rinunzia all’incarico sindacale deve essere comunicata alle competenti autorità di vigilanza e al registro dei revisori legale dei conti.
In particolare, con riferimento alla rinunzia dei sindaci componenti del Collegio Sindacale, o del sindaco “unico”, incaricato anche della revisione legale dei conti si deve escludere l’applicazione della proroga semestrale delle funzioni prevista esclusivamente per il revisore legale dei conti e non applicabile all’organo di controllo interno. Anche in questa ipotesi vale, dunque, il principio dell’immediata cessazione dall’incarico sindacale. In tali …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it