Il contributo unificato è dovuto per ogni atto

di Enzo Di Giacomo

Pubblicato il 5 ottobre 2015

il contributo unificato ha natura tributaria, pertanto è dovuto per ogni singolo atto impugnato dalla parte che per prima si costituisce in giudizio

 

Il contributo unificato ha natura tributaria ed è dovuto per ogni singolo atto impugnato dalla parte che per prima si costituisce in giudizio.

Il principio è contenuto nella sent. n. 178/2015 della CTP di Rieti da cui emerge che ogni tributo, anche se preteso unitamente ad altri, è l’esito di un procedimento di accertamento autonomo e di una pretesa impositiva autonoma.

Il contributo unificato, secondo quanto previsto dall’art 14 Dpr 115/2002 (testo unico sulle spese di giustizia), è dovuto come iscrizione a ruolo per ogni grado di giudizio dalla parte che per prima si costituisce in giudizio ed è scaglionato in base al valore della controversia; qualora il suo pagamento sia omesso o insufficiente, è disciplinato dagli artt. 247-249 del medesimo Dpr 115/2002. Il valore della controversia è determinato ex art. 12, comma 5, D.Lgs 546/92 con riferimento all’importo del tributo al netto degli