Rivalutazione delle partecipazioni donate: rimedio allo scomputo errato entro il 19 giugno

di Maria Benedetto

Pubblicato il 10 giugno 2015



in caso di errato versamento per la rivalutazione di una partecipazione soltanto il soggetto che ha effettuato il precedente versamento può beneficiare dello scomputo dell’imposta in caso di successive rideterminazioni: il particolare caso della partecipazione donata dopo la rivalutaizone errata

 

L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 40/E 2015 ribadisce lo stesso principio della risoluzione n. 91/E del 2014: soltanto il soggetto che ha effettuato il precedente versamento può beneficiare dello scomputo dell’imposta in caso di successive rideterminazioni, al fine di evitare duplicazioni di imposta sul medesimo ammontare. Sono concessi sessanta giorni, a partire dal 20 Aprile 2015, per regolarizzare l’eventuale carente versamento dovuto all’errato scomputo dell’imposta sostitutiva versata in occasione di precedenti rideterminazioni effettuate dal donante. Il versamento dovrà essere maggiorato degli interessi corrispettivi per ritardata iscrizione a ruolo di cui all’art. 20 del D.P.R. n. 602/1973...

Scarica il documento