Se non si registra la fattura falsa in contabilità, l’accertamento è nullo!

di Enzo Di Giacomo

Pubblicato il 18 giugno 2015

è nullo l’accertamento per maggiore IVA se la fattura falsa non viene annotata nei registri contabili dell’impresa che la riceve, in quanto l'IVA inesistente non viene detratta

 

E’ nullo l’accertamento per maggiore IVA se la fattura falsa non viene annotata nei registri di contabilità dell’impresa. Quanto sopra è contenuto nella sentenza di Cassazione n. 10939/2015 la quale parte dal presupposto che la fattura si considera emessa all’atto della sua consegna, spedizione o trasmissione o messa a disposizione del cessionario o del committente.

Sull’emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, l’art. 8 del D.Lgs. n. 74/2000 stabilisce che è punito con la reclusione da un anno e sei mesi a sei anni chiunque, al fine di consentire a terzi l'evasione delle imposte sui redditi o sul valore aggiunto, emette o rilascia fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. Il