L’avviso bonario è autonomamente impugnabile

di Francesco Buetto

Pubblicato il 13 dicembre 2014

la Cassazione conferma che l'avviso bonario è un atto autonamente impugnabile dal contribuente

Con l’ordinanza n. 25297 del 28 novembre 2014 (ud 6 novembre 2014) la Corte Cassazione si è così espressa: “Questa Corte ha avuto modo di affermare che in tema di impugnazione di atti dell'amministrazione tributaria, nonostante l'elencazione degli atti impugnabili contenuta nel D.Lgs. n. 546 del 1992, art. 19, i principi costituzionali di buon andamento della p.a. (art. 97 Cost.) e di tutela del contribuente (artt. 24 e 53 Cost.) impongono di riconoscere l'impugnabilità di tutti gli atti adottati dall'ente impositore che portino, comunque, a conoscenza del contribuente una ben individuata pretesa tributaria, con l'esplicitazione delle concrete ragioni (fattuali e giuridiche) che la sorreggono, senza necessità di attendere che la stessa si vesta della forma autoritativa di uno degli atti dichiarati espressamente impugnabili dalla norma su richiamata, e tale impugnazione