Illegittimità dell’accertamento fiscale basato sul confronto tra prezzi di acquisto e di rivendita


la Corte di Cassazione, con una recente sentenza, é intervenuta in merito alla delicata questione dell'applicabilità dell'accertamento induttivo nei riguardi delle aziende commerciali, quando la contestazione è fondata solo sul differenziale fra prezzi di acquisto e di vendita applicati

 

Contenuto disponibile solo per utenti abbonati

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?


Partecipa alla discussione sul forum.