Decreto sblocca Italia: la deduzione per acquisto di immobili troppo è soft?

di Nicola Forte

Pubblicato il 11 settembre 2014

analizziamo come potrebbe funzionare la deduzione IRPEF prevista per i contribuenti che acquistano immobili: dalle proiezioni appare che tale agevolazione rischia di non essere abbastanza pesante per dar fiato al mercato immobiliare

Il Decreto c.d. sblocca Italia ha previsto una nuova deduzione per le persone fisiche che acquistano immobili di tipo abitativo da destinare al mercato delle locazioni. Tuttavia, il nuovo bonus non sembra essere particolarmente conveniente e non in grado, conseguentemente, di rilanciare il mercato dell’edilizia e delle locazioni.

La disposizione prevede un numero eccessivo di condizioni per ottenere il beneficio. Inoltre sono troppo numerosi i profili di incertezza che caratterizzano l’applicazione della nuova norma. Il meccanismo, poi, non si traduce in un risparmio secco di 60 mila euro (massimale) in quanto i primi commentatori della nuova disposizione attribuiscono al beneficio la natura di onere deducibile. Conseguentemente la misura della deduzione è strettamente collegata all’ammontare del red