Contabilizzazione dei crediti: gli aggiornamenti al principio contabile

L’Organismo Italiano di Contabilità ha avviato, nel maggio del 2010, un processo di revisione dei principi contabili per tenere da conto degli sviluppi conseguenti, da un lato, all’evoluzione della normativa e della prassi contabile nazionale e, dall’altro, all’evoluzione degli orientamenti dottrinali e della regolamentazione contabile internazionale. Dopo la pubblicazione della bozza del nuovo principio e la relativa consultazione, il 26 giugno 2014, l’OIC ha pubblicato la versione definitiva dell’OIC 15 in tema di crediti. I principi in esso contenuti saranno applicabili ai bilanci chiusi a partire dal 31 dicembre 2014, tuttavia non è preclusa una adozione anticipata.

Le novità
La novità che caratterizza il processo di revisione dei principi contabili è l’impostazione, che quindi sarà la seguente:

Finalità,

Ambito di applicazione,

Definizioni,

Classificazione,

Rilevazione nazionale,

Valutazioni e rilevazioni successive,

Nota integrativa.

Con riferimento specifico all’ OIC 15, rispetto alla versione del 13 luglio 2005, l’attuale formulazione contiene:

Alcuni chiarimenti sullo scorporo e l’attualizzazione dei crediti;

La precisazione che nell’ipotesi di vendita a rate con riserva della proprietà il ricavo della vendita del bene si iscrive in bilancio al momento della consegna del bene dato che l’art. 1523 c.c. prevede che i rischi ed i benefici connessi alla proprietà sono immediatamente trasferiti anche se la proprietà resta in capo al venditore, ma solo per ragioni di garanzia;

Importanti precisazioni sul procedimento di valutazione collettiva dei crediti;

Alcuni chiarimenti su aspetti specifici della svalutazione dei crediti assistiti da garanzia o assicurati;

La possibilità di cancellare il credito dal bilancio solo se l’operazione sottostante prevede il trasferimento sostanziale di tutti i rischi inerenti al credito oggetto di smobilizzo. Prima la cancellazione del credito era ammessa a seguito di una generica operazione di cessione dello stesso.

Il nuovo OIC 15
I crediti rappresentano diritti ad esigere, ad una determinata scadenza individuata o individuabile, determinati ammontari di disponibilità liquide da clienti o da altri soggetti.
È opportuno precisare che:

Le cambiali attive, essendo dei titoli di credito che contengono un ordine o una promessa incondizionata di pagamento verso il portatore del titolo, sono assoggettate, alla pari degli altri crediti, alla disciplina dell’OIC 15;

Le ricevute bancarie, cc.dd. RIBA, essendo degli strumenti che contengono un ordine di incasso disposto dal creditore all’istituto finanziario per la riscossione di crediti verso propri clienti derivanti da operazioni commerciali comprovate da fatture, non costituiscono titoli di credito.

L’art. 2424 c.c. prevede l’indicazione dei crediti nell’attivo dello stato patrimoniale alla voce B.III.2 tra le immobilizzazioni finanziarie:
B.III.2 – “Crediti”

verso imprese controllate;

verso imprese collegate;

verso imprese controllanti;

verso altri;

e alla voce C.II tra le attività circolanti:
C.II – “Crediti”

verso clienti;

verso imprese controllate;

verso imprese collegate;

verso controllanti;

4 bis. crediti tributari;
4 ter. imposte anticipate;

verso altri.

Il legislatore civile richiede che per i crediti iscritti tra le immobilizzazioni finanziarie siano indicati separatamente, per ciascuna voce, gli importi esigibili entro l’esercizio successivo. Specularmente l’art. 2424 c.c. prevede che i crediti iscritti nell’attivo circolante rechino l’indicazione delle somme esigibili oltre l’esercizio successivo. Inoltre l’art. 2427, n. 6, c.c…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it