Detrazioni per liberalità a favore delle ONLUS

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 5 giugno 2014

ricordiamo che, per ottenere i benefici fiscali connessi alle liberalità erogate a favore delle ONLUS per le c.d. "adozioni a distanza", sono necessarie le certificazioni imposte dalla legge

Come già commentato su queste colonne, l'art. 15 cc. 2 e 3 della L. 6.7.2012 n. 96 ha modificato, tra l’altro, a decorrere dall’1 gennaio 2013, la disciplina IRPEF riguardante la detrazione d’imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate a favore delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), ovvero a favore di soggetti che gestiscono iniziative umanitarie. Più precisamente, a decorrere dall’anno 2013 e seguenti, la detrazione IRPEF sulle erogazioni liberali a favore dei predetti enti spetta su un ammontare complessivo non superiore ad € 2.065,83 e nella seguente misura massima ottenibile: € 495,60, per il 2013 (considerando l'aliquota del 24%), ovvero € 536,90 dal 2014 (considerando l'aliquota del 26%). A titolo informativo, è bene rammentare che, prima dell’intervento in esame (ovvero fino al 31 dicembre 2012), la detrazione in commento si sarebbe dovuta determinare applicando la percentuale del 19% all’importo erogato, nel limite sempre di € 2.065,83.

 

In alternativa alla suddetta detrazione d'imposta,