Per la deduzione dei compensi agli amministratori di società serve la delibera

di Roberta De Marchi

Pubblicato il 6 maggio 2014

affinchè i compensi agli amministratori siano deducibili dal reddito d'impresa è necessaria la delibera assembleare che li quantifica

Con la sentenza della Corte di Cassazione n. 5349 del 7 marzo 2014 (ud. del 27 novembre 2013) la Corte di Cassazione ha confermato l’indeducibilità dei compensi agli amministratori, in assenza di delibera.

 

Il principio

La Corte fa proprio il pensiero espresso a SS.UU., sentenza n. 21933 del 29/08/2008, secondo cui "con riferimento alla determinazione della misura del compenso degli amministratori di società di capitali, ai sensi dell'art. 2389 c.c., comma 1, (nel testo vigente prima delle modifiche, non decisive sul punto, di cui al D.Lgs. n. 6 del 2003), qualora non sia stabilita nello statuto, è necessaria una esplicita delibera assembleare, che non può considerarsi implicita in quella di approvazione del bilancio, attesa: la natura imperativa e inderogabile della previsione normativa, discendente dall'essere la di