Le nuove modalità di versamento del capitale sociale in sede di costituzione di SRL

Ventaglio di soluzioni al problema del versamento dei “centesimi” del capitale sociale in sede di costituzione di nuova s.r.l. La nota datata 4 settembre scorso diffusa dal Consiglio Nazionale del Notariato individua, a seguito della modifica al testo dell’art. 2464, co. 4, c.c. inserita con la conversione in legge del D.L. n. 76/2013, i mezzi regolarmente utilizzabili per l’adempimento dell’obbligo di versamento da parte dei soci sottoscrittori del capitale sociale di costituende società a responsabilità limitata.
 
La modifica normativa
Il legislatore civilistico individua, come noto, differenti soglie patrimoniali per la costituzione delle società di capitali.
In particolare, l’art. 2327 del codice civile, relativamente alle società per azioni (S.p.A.) impone la costituzione con un capitale non inferiore a centoventimila euro.
Per le società a responsabilità limitata (S.r.l.) l’articolo 2463, secondo comma, n. 4) e l’ammontare del capitale minimo non deve essere inferiore a diecimila euro, sottoscritto e versato.
Con riferimento alla società semplificata a responsabilità limitata (S.s.r.l.) l’ammontare del capitale sociale deve essere pari almeno ad 1 euro e inferiore all’importo di 10.000 euro previsto all’articolo 2463, secondo comma, numero 4), sottoscritto e interamente versato alla data della costituzione alle persone cui è affidata l’amministrazione (art. 2463 c.c.)
Con precipuo riferimento alle società a responsabilità limitata, fino al 22 agosto scorso, ed ai sensi del previgente comma 4, prima parte, dell’articolo 2664 c.c., alla sottoscrizione dell’atto costitutivo doveva essere versato presso una banca almeno il venticinque% dei conferimenti in danaro e l’intero soprapprezzo o, nel caso di costituzione con atto unilaterale, il loro intero ammontare1.
La disciplina riguardante il versamento in denaro del capitale sociale al momento della costituzione della s.r.l. è stata oggetto di modifica da parte delle lettere a – b del comma 15-bis dell’articolo 9, D.L. 28 giugno 2013, n. 76, convertito, con modificazioni, dalla L. 9 agosto 2013, n. 99. Infatti, il legislatore, a partire dal 23 agosto 2013, ha novellato il testo del comma 4, prima parte dell’articolo 2664, c.c. stabilendo che “… Alla sottoscrizione dell’atto costitutivo deve essere versato all’organo amministrativo nominato nell’atto costitutivo almeno il venticinque per cento dei conferimenti in danaro e l’intero soprapprezzo o, nel caso di costituzione con atto unilaterale, il loro intero ammontare. I mezzi di pagamento sono indicati nell’atto…”.
Quindi, la nuova normativa prevede che :

l’effettuazione del versamento venga effettuato direttamente alle persone cui è affidata l’amministrazione;

i mezzi di pagamento utilizzati per il versamento dei centesimi siano indicati nell’atto costitutivo.

La stampa specializzata2, in sede di primo commento, evidenziava le complicazioni riguardanti l’individuazione dei mezzi di pagamento idonei per l’adempimento dell’obbligo prescritto dal novellato art. 2464 c. 4. c.c..
 
I mezzi di pagamento
Le modalità di versamento in sede di costituzione della società sono state individuate, in via interpretativa, dalla nota 4 settembre 2013 dal Consiglio Nazionale del Notariato che ha fornito alcune importanti soluzioni ai dubbi sollevati dagli operatori.
Il documento diramato a beneficio degli iscritti ha osservato che:

per i versamenti di importo superiore o pari ad euro mille, essendo esclusa la possibilità di utilizzo del denaro contante (ai sensi dell’art. 49, c. 1, D.lgs. n. 231/2007), il metodo suggerito è l’assegno circolare (o più assegni circolari) intestato (intestati) alla costituenda società, oppure ad uno dei nominandi amministratori;

per i versamenti di importo inferiore ad euro mille è possibile utilizzare …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it