Le nuove regole per il praticantato professionale

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 6 aprile 2013

nell'ottica di una maggior liberalizzazione del settore delle professioni ordinistiche sono state emanate dal Governo Monti nuove norme per regolare i tirocini professionali...

Al termine di un lungo processo di riforma delle professioni regolamentate, iniziato con il D.L. 138/2011 e successivamente integrato dal D.L. 1/2012, il legislatore ( DPR n. 137 del 7 agosto 2012) ha designato un quadro di riferimento teso a chiarire, tra l’altro, le modalità di svolgimento del tirocinio finalizzato all’accesso alle predette professioni ordinicistiche.

Occorre preliminarmente rammentare che, le modalità di svolgimento del tirocinio professionalizzante per l’accesso alla professione sono disciplinate dall’articolo 3, comma 5, lettera c), del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, successivamente modificato dai seguenti interventi normativi:

  • art. 33, comma 2, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 che ha ridotto da tre anni a diciotto mesi la durata massima del tirocinio;

  • art. 9, comma 6, del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1 il quale ha previsto la possibilità che, per i primi sei mesi, il tirocinio possa essere svolto in concomitanza con il corso di studio per il conseguimento della laurea, sulla base di convenzioni tra i consigl