Regime premiale delle trasparenze, ovvero i vantaggi ottenuti facendosi tenere la contabilità direttamente dall’agenzie delle entrate

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 5 ottobre 2012

i contribuenti interessati ad aderire al regime premiale della trasparenza avrebbero dovuto esercitare l'opzione in Unico 2012, peccato che manchino ancora i chiarimenti sull'applicazione da parte dell'Agenzia

L'art. 10 cc. da 1 a 8 del DL 06.12.2011 n. 201 (conv. L. 22.12.2011 n. 214) ha istituito il regime premiale per favorire la trasparenza che premia, con semplificazioni degli adempimenti amministrativi e con l'assistenza fiscale dell'Agenzia delle Entrate, i soggetti che manifestano comportamenti trasparenti nei confronti del Fisco.

Possono usufruire del regime premiale in commento tutti i soggetti che svolgono attività artistica o professionale, quelli che svolgono attività d’impresa individuale e d’impresa nella forma delle società di persone, e quindi società semplici, in nome collettivo e in accomandita semplice residenti nel territorio dello Stato. Sono quindi esclusi dal regime premiale in discorso tutti i soggetti IRES, di cui all’art. 73 del TUIR.

I vantaggi che derivano dall’adesione al regime in commento sono diversamente graduati in ragione della tipologia di contribuente (non soggetti o assoggettati a studi di settore) e dai re