La deduzione dei costi non superiori a 1.000 euro per le imprese minori

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 19 ottobre 2012

le cosiddette "imprese minori" godono di alcune semplificazioni (già in vigore) nella deduzione dal reddito d'impresa dei costi di importo inferiore ad euro 1.000: analisi dell'agevolazione

Il decreto semplificazioni (D.L. 2.3.2012, n. 16), contiene numerose novità fiscali per i contribuenti in genere, con particolare riguardo anche alle imprese ed ai professionisti. Per quel che interessa in questa sede, il predetto decreto modifica dell’art. 66, c. 3, del TUIR, che nella precedente versione, come modificata in precedenza dal D.L. n. 70/2011, prevedeva regole particolari per la determinazione dell’esercizio di competenza dei costi di importo non superiore ad euro 1.000 per le imprese minori di cui all’art. 66 del TUIR. L’art. 3, cc. 8 e 9, del D.L. n. 16/2012, interviene modificando l’art. 66 del TUIR, stabilendo che le predette regole particolari costituiscono una facoltà e non un obbligo, e sono comunque applicabili già a partire dall’anno 2011.

Prima di entrare nel merito delle modifiche introdotte dal decreto semplificazioni, è bene ricordare