Accesso domiciliare, la parola al giudice

Ai fini dell’accertamento è illegittima l’ispezione presso l’abitazione dell’amministratore della società se non sussistono gravi indizi di evasione. Spetta al Giudice tributario la valutazione circa la legittimità del provvedimento del Pubblico Ministero concesso per accedere nei luoghi di pertinenza del contribuente.

Lo ha chiarito la Corte di Cassazione – Sezione Tributaria, con la sentenza numero 631 del 18 gennaio 2012.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it