Entro Marzo occorre comunicare all'Agenzia Entrate quali finanziamenti/prestiti i soci hanno fatto alla società (e viceversa)

Le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate nel Video Forum di Italia Oggi del 18 gennaio scorso, in relazione alla questione della comunicazione telematica dei beni in godimento ai soci e di qualunque forma di sovvenzione dei soci, a prescindere dal titolo giuridico (debito o apporto) in forza del quale è stata effettuata, pone non pochi oneri a carico dei contribuenti che si vedranno costretti a riepilogare nel file da trasmettere entro il prossimo 02/04/2012 (essendo la scadenza naturale del 31/03/2012 ricadente in giornata non lavorativa) , tutti in finanziamenti e i conferimenti fatti dai soci, in relazione all’anno 2011 e precedenti, a prescindere dal godimento di beni della società. Obblighi nuovi che non collimano con i provvedimenti di legge che li hanno istituiti che prevedevano la necessità di un collegamento tra godimento dei beni societari da parte dei soci e flussi finanziari dai soci alla società.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it