E’ possibile l’esenzione dall’accisa sull’energia elettrica per gli opifici industriali?

di Antonino Russo

Pubblicato il 11 febbraio 2012

partendo da un caso di giurisprudenza vediamo quando gli "opifici industriali" possono essere legittimamente esentati dal pagamento dell'accisa sull'energia elettrica

Il termine “opificio” è una espressione sintetica volta a contraddistinguere una attività industriale che, se pur scomposta tra quegli aspetti specifici che ne caratterizzano la singola realtà produttiva, è riconducibile ad un unitario contesto e pertanto comporta la legittimità della esenzione dalla accisa per il consumo di energia elettrica anche qualora la fruizione di tale servizio non sia esclusivamente riferibile allo stabilimento principale.

Questo è il pensiero della Ctr Piemonte, espresso nella sentenza n. 31/22/11 del 29 aprile 2011, in ordine alla interpretazione dell’art. 52, c. 3, lett. F del D.Lgs n.504/95, norma che appunto dispone la predetta esenzione per gli “opifici industriali aventi consumo superiore a 1.200.000 kw/h”.

Si ricorderà che la direttiva comunitaria n. 2003/96/Ce, recepita con il D.lgs 2 febbraio 2007 n.26 ha armonizzato la tassazione dell’energia elettrica incidendo il D.lgs n.504/95 detto Tua (testo unico sulle accise).

Così il nuovo contenuto di quest’ultimo sottopone ad accisa, oltre gli oli minerali ed il gas natu