Decreto Rilancio: pignoramenti sospesi fino al 31 agosto 2020

di Angelo Facchini

Pubblicato il 26 maggio 2020



Il decreto Rilancio, in linea con la sospensione dei pagamenti delle cartelle esattoriali, sospende fino al 31 agosto 2020 i pignoramenti presso terzi su stipendi e pensioni. Le somme oggetto non devono possono sottoposte ad alcun vincolo di indisponibilità ed il soggetto terzo pignorato deve renderle fruibili al debitore, anche in caso di assegnazione già disposta dal giudice dell’esecuzione. A partire, poi, dal 1° settembre, riprenderanno gli effetti sospesi e gli obblighi imposti al soggetto terzo debitore.