PNRR: dote da 200 milioni di euro per la creazione di nuove PMI e sviluppo start up

di Cinzia De Stefanis

Pubblicato il 23 maggio 2022

A sostegno dell’imprenditoria femminile il Ministero dello sviluppo economico ha rifinanziato con 200 milioni di euro le misure agevolative Imprese ON (Oltre Nuove Imprese a Tasso zero), a supporto della creazione di piccole e medie imprese e auto imprenditoria, e Smart&Start, a supporto di startup e PMI innovative, destinando per ciascuna linea di intervento 100 milioni di euro. Esaminiamo le regole dettate dal MISE.

Per le misure Imprese ON e Smart&Start sono previste agevolazioni con finanziamenti a tasso zero e contributi a fondo perduto. Il Ministero dello sviluppo economico detta le regole di accesso agli incentivi a sostegno dell'imprenditoria femminile.

 

Agevolazioni Imprese ON e Smart&Start: data presentazione domande

imprese on smart&startA partire dal 19 maggio possono essere presentate le domande per le agevolazioni previste da “Imprese ON” e “Smart&Start”.

Sarà inoltre possibile finanziare anche i progetti già presentati dal 1° febbraio 2020 che rispettino i requisiti indicati dal PNRR.

 

Nuove Imprese ON (Oltre Nuove Imprese a Tasso zero)

Soggetti interessati

La misura si rivolge alle micro e piccole imprese costituite da non più di 60 (sessanta) mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione e in cui la compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni ovvero da donne.

Possono accedere anche le persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa purché esse facciano pervenire la documentazione necessaria a comprovarne l’avvenuta costituzione entro i termini indicati nella comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

 

Come presentare la domanda

Le domande possono essere presentate dal 19 maggio 2022 esclusivamente online, attraverso la piattaforma web di Invitalia.

Per richiedere le agevolazioni è necessario:

  • essere in possesso di una identità digitale (SPID, CNS, CIE) per accedere alla piattaforma dedicata;
     
  • accedere all'area riservata per compilare direttamente online la domanda, caricare il business plan e gli allegati.

Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Al termine della compilazione del piano di impresa e dell’invio telematico della domanda e dei relativi allegati, verrà assegnato un protocollo elettronico.

Non ci sono graduatorie, le domande vengono esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione.

 

Soggetti ammessi

Sono ammissibili le iniziative, realizzabili su tutto il territorio nazionale, promosse nei seguenti settori:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;
     
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone ivi compresi quelli afferenti all'innovazione sociale;
     
  • commercio di beni e servizi;

turismo ivi incluse le attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e l'accoglienza.

....

[L'articolo continua nel PDF scaricabile in fondo alla pagina]

 

Fonte: Circolare del Ministero dello sviluppo economico 4 maggio 2022 n. 168851.

 

NdR: Potrebbe interessarti anche...

Nuove imprese a tasso zero: la nuova misura a sostegno delle micro e piccole imprese 

Riparte la misura gestita da Invitalia ON – Oltre nuove imprese a tasso zero

Invitalia e imprese a tasso zero: al via le domande a far data dal 24 marzo 2022

 

A cura di Cinzia De Stefanis

Lunedì 23 maggio 2022

Scarica la versione integrale dell'articolo in PDF⬇
Scarica il documento