Come si registrano le detrazioni da bonus edilizi? Trattamento contabile

di Giancarlo Modolo

Pubblicato il 25 maggio 2022

Per le imprese che hanno diritto alla detrazione dei bonus edilizi (ecobonus; recupero del patrimonio edilizio; superbonus) quali sono le modalità di contabilizzazione?
Esame di alcuni esempi pratici...

Bonus edilizi: generalità

trattamento contabile detrazioni edilizieColoro che usufruiscono delle detrazioni da bonus edilizi quali:

  • ecobonus;
  • recupero del patrimonio edilizio;
  • superbonus;

hanno la possibilità di scegliere tra tre diverse modalità di impiego dei medesimi.

In relazione alla scelta che può essere attuata, le conseguenti rilevazioni contabili che si possono porre in essere per iscrivere l’incentivo nel bilancio d’esercizio assumono articolazioni specifiche nell’ambito della gestione dei bonus.

Ai fini procedurali, l’operatività amministrativa può riguardare:

  1. il diritto alla detrazione fiscale, riguardante l’esposizione del reveniente diritto nel bilancio della società committente, compresa anche la fattispecie in cui la società in qualità di condomino beneficia del diritto di detrazione;
     
  2. lo sconto in fattura, concernente all’imputazione nel bilancio della società commissionaria dello sconto in fattura concesso alla società committente;
     
  3. la cessione del credito, attinente alla contabilizzazione nel bilancio della società (soggetto “cedente”) che in luogo della fruizione diretta della detrazione fiscale opta per la cessione del corrispondente credito di imposta ad un terzo soggetto;
     
  4. ricezione del credito, relativo alla rilevazione nel bilancio della società (soggetto “cessionario”) che acquista il credito di imposta con facoltà di successiva cessione.

 

Il trattamento contabile delle detrazioni da bonus edilizi

In questa sede, si è ritenuto opportuno limitare l’analisi alla problematica attinente al trattam