Le diverse realtà del terzo settore: attenzione alle novità

Il 31 ottobre scade il termine per le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le Onlus, per l’adeguamento degli statuti alle indicazioni del Codice del Terzo Settore. Proponiamo una panoramica delle novità in arrivo

Diverse realtà del terzo settore: inquadramento

statuti terzo settoreCountdown per gli adeguamenti statutari alle norme del codice del terzo settore per le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le Onlus.

Le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le Onlus possono adeguare i propri statuti entro il 31 ottobre alle sole indicazioni richieste dal codice del terzo settore utilizzando le maggioranze semplificate previste per le delibere dell’assemblea ordinaria.

(Per approfondire…“Adeguamento Statuto Enti del Terzo Settore: Proroga 2020 e Novità” di Nicola Forte)

Le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale sono quelle iscritte ai rispettivi registri, tenuti dalle regioni o dalle province autonome.

Le Onlus sono iscritte all’anagrafe unica, tenuta dall’agenzia delle entrate.

In principio il termine era stato fissato al 3 febbraio 2019, in seguito il D. Lgs.105/2018 (c.d. Decreto correttivo del Codice) lo ha spostato al 3 agosto 2019, poi rinviato al 30 giugno 2020 dall’articolo 43, comma 4-bis, del Decreto Crescita (decreto legge 34/2019) convertito nella legge 28 giugno 2019, n. 58.

In ultimo, l’articolo 35 del decreto legge 18/2020 (c.d. Cura Italia) convertito nella legge 24 aprile 2020, n. 27, a seguito delle misure di contenimento in vigore nel periodo emergenziale COVID-19, lo ha rinviato al 31 ottobre 2020.

Pertanto, le organizzazioni di volontariato, le associazioni di volontariato e le Onlus iscritte nei rispettivi registri avranno tempo fino al 31 ottobre 2020 per modificare il loro statuto e aggiornarlo alla riforma del terzo settore.

Le altre associazioni non in possesso di una delle tre qualifiche menzionate e quindi non iscritte nei relativi registri non hanno alcun termine per adeguare lo statuto alla Riforma e potranno decidere se e quando entrare nel “perimetro” del Terzo settore.

(NdR: segnaliamo che tutti gli articoli inerenti il Terzo Settore li abbiamo raggruppati in apposita sezione>>>)

 

Sintesi

Agli enti ad oggi in possesso della qualifica di ODV, APS o Onlus, in quanto iscritti nei registri di riferimento (parliamo dei registri regionali o provinciali delle ODV e delle APS, l’Anagrafe unica delle Onlus tenuta dall’Agenzia delle Entrate) è assegnato un termine per modificare gli statuti adeguandoli alla nuova normativa.

Il termine è quello del 31 ottobre 2020 (in precedenza era stato fissato al 30 giugno 2020).

Per chiarezza informativa, va detto che il termine del 31 ottobre 2020 per l’adeguamento statutario riguarda anche le imprese sociali.

 

Mancato adeguamento societario

Per le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale che non procederanno alle modifiche statutarie per poter ottenere l’iscrizione al registro unico del terzo settore, la mancata iscrizione al registro stesso equivale ad una tacita richiesta di cancellazione dal registro.

Diventano di fatto semplici associazioni generiche.

Possono comunque successivamente iscriversi al Runts ma devono comunque adeguare gli statuti.

[CONTINUA nel pdf qui sotto>>>]

 

A cura di Cinzia De Stefanis

Mercoledì 30 settembre 2020

 

Per proseguire nella lettura dell’articolo apri il pdf qui sotto

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it