Deducibilità attività finanziarie inesistenti

In caso di mancato conseguimento di proventi societari, che hanno concorso a formare il reddito in precedenti periodi d’imposta, necessita una simmetrica variazione in diminuzione nel modello di dichiarazione dei Redditi in cui è divenuta certa l’inesistenza dei proventi contabilizzati, fino a concorrenza dei proventi inesistenti.

Deducibilità attività finanziarie inesistentiIn questo articolo analizziamo, la risposta all’interpello n. 407 del 10 ottobre 2019, che fornisce i chiarimenti riguardanti la contabilizzazione del mancato conseguimento di proventi ed attività finanziarie divenute inesistenti.

 

Deducibilità attività finanziarie inesistenti: il quesito proposto

 

Una società esercita l’attività di holding industriale. L’interpellante rappresenta di aver ceduto a società BETA, nel corso dell’esercizio 2006, il 100 per cento delle quote di partecipazione nella società GAMMA, “contabilizzando un provento regolarmente assoggettato a tassazione”.

Parte della liquidità incassata quale corrispettivo della predetta cessione è stata investita in attività finanziarie, affidandola in gestione ad un promotore finanziario.

 

Scrittura contabile anno 2006

DESCRIZIONE

DARE

AVERE

Immobilizzazioni finanziarie

x

 

Banca c/c

 

x

 

Nel corso del tempo, ALFA ha contabilizzato i plusvalori relativi a tali attività finanziarie, sulla base della documentazione bancaria ricevuta “attraverso il Consulente”; tali plusvalori, “regolarmente assoggettati a tassazione”, sono stati reinvestiti per il tramite del medesimo promotore finanziario.

 

Scrittura contabile anni 2007/2017

DESCRIZIONE

DARE

AVERE

Banca c/c

y

 

Plusvalenze finanziarie

 

y

Immobilizzazioni finanziarie

y

 

Banca c/c

 

y

 

La società scopriva nel 2018 che la documentazione bancaria ricevuta relativa ai proventi conseguiti dai predetti investimenti finanziari “era stata artatamente e sistematicamente contraffatta dal Consulente”, avendone avuto i reali rendiconti dalla Banca.

La società ha, perciò, presentato querela alla competente Procura della Repubblica.

Dalla ricostruzione effettuata dal contribuente sulla scorta della reale documentazione bancaria emergeva che, tanto i proventi quanto le attività finanziarie, erano state acquistate mediante l’utilizzo – e sul presupposto dell’esistenza – di detti proventi “erano in realtà inesistenti”.

Ciò ha determinato conseguenze rilevanti sul bilancio relativo all’esercizio 2018 – “trattate ottemperando alle regole previste dal Principio Contabile OIC 29 per la correzione degli errori” – che hanno comportato “l’azzeramento del valore delle Altre Attività Finanziarie utilizzando in contropartita una riduzione della Riserva di utili portati a nuovo”.

 

Scritture contabili anno 2018

DESCRIZIONE

DARE

AVERE

Patrimonio netto (Riserva di utili portati a nuovo)

y

 

Immobilizzi finanziari

 

y

 

La società istante chiedeva di conoscere se “gli effetti della correzione degli errori emersi nel corso del 2018, e contenuti nel bilancio 2018, potessero essere considerati ai fini del calcolo della base imponibile relativa al periodo di imposta 2018”.

 

Interpretativa prospettata dal contribuente

 

La società ha ritenuto, in via interpretativa, che l’importo corrispondente all’azzeramento del valore delle Altre Attività Finanziarie operato in contropartita alla riduzione della Riserva utili portati a nuovo risultanti nel bilancio chiuso il 31 dicembre 2018 “potesse essere utilizzato per il calcolo delle imposte dovute per l’esercizio 2018 attraverso una corrispondente variazione in diminuzione della base imponibile relativa al reddito dell’esercizio 2018”.

In primo luogo, il contribuente sosteneva che, nonostante la mancata imputazione a conto economico, la correzione dell’errore potesse astrattamente rappresentare un componente negativo di reddito ammesso in deduzione in virtù dell’applicazione della disposizione di cui all’articolo 109, comma 4, secondo periodo, del TUIR.

Sul punto è stato richiamato il contenuto della circolare n. 31/E del 24 settembre 2013.

Diversamente dalla fattispecie contemplata nella predetta circolare -…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it