Operazioni fuori campo IVA ed erronea applicazione del tributo

di Nicola Forte

Pubblicato il 27 novembre 2019

Le novità normative relative alle operazioni fuori campo IVA: cerchiamo di risolvere i dubbi relativi ai casi di errata applicazione della detrazione IVA ad operazioni fuori campo. Le responsabilità in capo al cedente e al cessionario.

Operazioni fuori campo IVA ed erronea applicazione del tributoOperazioni fuori campo IVA: il caso delle cessioni di beni strumentali

 

L’Agenzia delle entrate contesta di frequente l’applicazione dell’Iva alle singole cessioni di beni strumentali, effettuate autonomamente, ma in un arco temporale ben limitato. Quando le predette operazioni sono effettuate in favore del medesimo soggetto, l’Agenzia delle entrate riqualifica le predette operazioni attribuendo alle stesse la natura di cessione di azienda. Tale atto di trasferimento qualifica le operazioni fuori campo Iva.

Pertanto, in sede di accertamento, viene disconosciuta la detrazione dell’imposta sul valore aggiunto in capo al cessionario con l’irrogazione della relativa penalità.

L’acquirente, che ha considerato in detrazione l’Iva erroneamente addebitata, dopo aver subito l’accertamento dell’Amministrazione finanziaria