E' nulla la donazione di denaro senza notaio

 
È una donazione nulla quella effettuata in denaro a mezzo bonifico senza atto pubblico, per puro spirito di liberalità. Questa è la conclusione a cui sono giunti i massimi giudici di legittimità il 27 luglio scorso. (vedi anche: “Il bonifico effettuato per mera liberalità configura una donazione, nulla se manca l’atto pubblico”).
In altre parole l’operazione non può ritenersi valida senza che la transazione bancaria rappresenti il pagamento di un prezzo di un bene acquistato o di un servizio ricevuto dal beneficiario del bonifico.
La sentenza (Corte di Cassazione a Sezione unite n. 18725 del 27.7.2017) è destinata a lasciare un segno perché, per la prima volta, gli ermellini tracciano un confine tra:

liberalità diretta, per la quale è richiesto l’atto pubblico a pena di nullità;

liberalità indiretta che – viceversa – non richiede specifiche …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it