La promozione spontanea dell’adempimento: le comunicazioni puntano a più categorie reddituali

di Gianfranco Antico

Pubblicato il 21 giugno 2017

il Fisco sta inviando tante lettere per suggerire l'adempimento spontaneo, cioè il ravvedimento operoso, a contribuenti le cui dichiarazioni non risultano in linea coi dati in possesso dell'Amministrazione. In questo articolo viediamo da quali banche dati (la più tipica è il modello 770) si parte per individuare i contribuenti in posizione anomala

spesometroCon il provvedimento prot. n. 2017/91828 del 12 maggio 2017, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, al fine di introdurre nuove e più avanzate forme di comunicazione, anche in termini preventivi rispetto alle scadenze fiscali, finalizzate a semplificare gli adempimenti, stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili, dando così attuazione all’art.1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, ha messo a disposizione dei contribuenti una serie di informazioni riguardanti possibili anomalie relative a specifiche tipologie di redditi.

LE TIPOLOGIE DI REDDITI INTERESSATI DAL PROVVEDIMENTO

Le informazioni messe a disposizione riguardano le seguenti tipologie di redditi:

- redditi dei fabbricati di cui agli artt. 25 e ss del T.U.I.R., derivanti dalla locazione non finanziaria di fabbricati imponibili a tassazione ordinaria, ovvero per opzione, al regime di tassazione previsto dall’art. 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Cedolare secca sugli affitti), alternativo al regime ordinario;

- redditi di lavoro dipendente e assimilati, di cui agli artt. 49 e ss. del T.U.I.R. (ottenuti attraverso il modello 770 presentato dal sostituto d’imposta);

- assegni periodici di cui agli artt. 50 e ss. del T.U.I.R., corrisposti a seguito di separazione, divorzio o annullamento del matrimonio ( ottenuti attraverso l’incrocio con il modello di dichiarazione presentato dall’ex coniuge);

- redditi di partecipazione ex artt. 4, 5 e 6 del T.U.I.R. (snc, sas, associazioni fra artisti e professionisti, GEIE, imprese familiari, aziende coniugali), nonché quelli derivanti da partecipazione in società a responsabilità limitata a ristretta base proprietaria, di cui all’art. 116 del citato T.U.I.R. ( ottenuti attraverso il modello unico Società di persone o Modello Unico Società di capitali presentato dalla società);

- redditi diversi, ex art. 67 del T.U.I.R. ( ottenuti dall’incrocio con il modello 770 del sostituto d’imposta);

- redditi di