Dichiarazione d'intento degli esportatori abituali: cosa è cambiato dall'1 marzo 2017

Voluntary Disclosure

La dichiarazione d’intento può essere emessa dai soggetti che acquisiscono lo status di esportatore abituale, ossia che nell’anno solare precedente o negli ultimi 12 mesi hanno registrato esportazioni, o altre operazioni assimilate, per un ammontare superiore al 10% del volume d’affari conseguito nello stesso periodo.

Come noto il Decreto semplificazioni n. 175/2014 ha introdotto, a partire dal 1 gennaio 2015, l’obbligo per gli esportatori abituali che acquistano e importano senza applicare l’IVA di trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione di intento ribaltando la normativa previgente in materia .

Con il provvedimento n. 213221 del 2 dicembre 2016, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello di dichiarazione d’intento congiuntamente alle relative istruzioni e alle specifiche tecniche per la trasmissione in via telematica dei dati.

Lo scopo delle modifiche è quello di monitorare in maniera più precisa le operazioni in questione al fine di contrastare possibili fenomeni di evasione.

IL NUOVO MODELLO IN PRATICA: analisi degli aspetti più importanti

Come già evidenziato, l’Agenzia delle Entrate ha approvato un nuovo modello di dichiarazione d’intento da utilizzare a decorrere dalle operazioni effettuate dal 01/03/2017 che sostituisce a tutti gli effetti il vecchio modello che tuttavia potrà essere utilizzato per le operazioni effettuate fino al 28/02/2017.

Con la risoluzione n. 120/E del 22 dicembre 2016, l’Agenzia delle Entrate ha dettato le regole per l’utilizzo del nuovo modello di dichiarazione d’intento per l’acquisto o l’importazione di beni e servizi senza l’applicazione dell’IVA.

Nota: nella nuova versione del modello è stata eliminata una delle tre modalità di acquisto con dichiarazione d’intento, ossia quella riferita alla presentazione della dichiarazione a valere per un determinato periodo di tempo (ad esempio dall’1/1/2017 al 31/12/2017).

Restano in vigore solo due modalità di acquisto tra le quali l’esportatore abituale potrà scegliere:

a) presentazione della dichiarazione per singola operazione, indicando l’importo della stessa nel campo “una sola operazione per un importo fino a euro” (campo 1);

b) presentazione della dichiarazione d’intento riferita ad una o più operazioni, fino a concorrenza di un determinato ammontare, da indicare nel campo “operazioni fino a concorrenza di euro” (campo 2).

Il nuovo modello è composto dalle seguenti parti:

1) frontespizio: contiene l’informativa sul trattamento dei dati personali, i dati anagrafici del soggetto richiedente e dell’eventuale rappresentante firmatario della dichiarazione, la dichiarazione d’intento, i dati del destinatario della dichiarazione, nonché la firma del soggetto richiedente;

2) quadro A: vanno riportati i dati relativi al plafond e l’impegno alla trasmissione telematica;

Nota: la modifica più rilevante rispetto al vecchio modulo è l’eliminazione dei campi 3 e 4 relativi alle “operazioni comprese nel periodo da … a …” in quanto l’Agenzia delle Entrate ha soppresso la possibilità di comunicare al fornitore la volontà di utilizzare lo specifico plafond entro un determinato periodo dell’anno solare (rimangono valide le sole opzioni “entro il limite di un determinato plafond“ ovvero in riferimento “ad una specifica operazione“).

3) se è stata presentata una dichiarazione d’intento con il vecchio modello, nel quale siano stati compilati i campi 3 e 4 “operazioni comprese nel periodo da … a …(ad esempio dal 01/01/2017 al 31/12/2017), la dichiarazione non è valida con riferimento alle operazioni d’acquisto da effettuarsi dall’1 marzo 2017 (nel caso di specie è necessario presentare una nuova dichiarazione d’intento con il nuovo modello).

4) se invece la dichiarazione d’intento, pur essendo compilata sul vecchio modello, riporta la sola compilazione del…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it