Agevolazione ACE: la possibilità di trasformazione dell’eccedenza non utilizzata in credito IRAP può essere un’opzione conveniente

di Nicola Forte

Pubblicato il 24 giugno 2015

in sede di elaborazione di Unico 2015 si deve valutare la possibilità di utilizzare l’ACE eventualmente eccedente in diminuzione dell’IRAP dovuta, anzichè riportarla all'anno successivo

 

La Circolare n. 21/E del 2015 dell’Agenzia delle entrate ha fornito una serie di chiarimenti aventi ad oggetto le ultime novità in materia di ACE. In particolare, le indicazioni riguardano la possibilità di utilizzare l’ACE riportata a nuovo dai contribuenti in perdita fiscale ai fini IRES in diminuzione dell’IRAP dovuta. L’operazione può essere effettuata a scelta del contribuente trasformando l’eccedenza di ACE in credito di imposta da utilizzare ai fini dell’Imposta regionale sulle attività produttive. Le istruzioni fornite dall’Amministrazione finanziarie possono consentire ai contribuenti di gestire al meglio, in maniera più conveniente, le compensazioni dei debiti e dei crediti fiscali.

 

Preliminarmente deve essere osservato come l’eccedenza dell’ACE possa essere convertita in un credito ai fini IRAP applicando una percentuale pari all’aliquota IRES del 27,5 per cent