Split payment-scissione dei pagamenti della Pubblica Amministrazione: le fatture datate 2014 e pagate nel 2015 e il caso degli scontrini/ricevute fiscali

di Nicola Forte

Pubblicato il 13 febbraio 2015

nelle intenzioni del Governo l'introduzione della scissione dei pagamenti (o Split Payment) contiene anche un meccanismo contro le frodi IVA: ecco come interpreta tale meccanismo l'Agenzia delle Entrate

Il dottor Nicola Forte ci parlerà di tutte le problematiche dello Split Payment nella videoconferenza del 18 febbraio

 

L’Agenzia delle entrate ha fornito i primi chiarimenti relativi al nuovo meccanismo anti frode della scissione dei pagamenti previsto dall’art. 17–ter del D.P.R. n. 633/1972. Le indicazioni sono state fornite con la Circolare n. 1/E del 9 febbraio 2015.

Uno dei punti esaminati dal documento di prassi citato ha riguardato il profilo oggettivo. In particolare, è stato chiarito che il nuovo meccanismo riguarda esclusivamente le operazioni documentate mediante la fattura emessa dal fornitore ai sensi dell’art. 21 del Decreto Iva. Sono quindi escluse le spese sostenute e certificate dal fornitore mediante il rilascio della ricevuta o dello scontrino fiscale. La medesima soluzione vale per i corrispettivi certificati con scontrini non fiscali, nel caso in cui si riferiscano a soggetti che si avvalgono della trasmissione tel