Le azioni proprie: novità in materia di trattamento contabile

L’acquisto di azioni proprie è presieduto da una serie di norme volte a tutelare l’effettività del capitale della società. Si definiscono “azioni proprie” le azioni acquistate dalla società emittente mediante utili conseguiti in conformità al disposto degli artt. 2357 e 2357-bis del cod. civ. Si tratta di una possibilità riserva alle sole società per azioni; mentre per le S.r.l. l’acquisto di proprie partecipazioni è vietato in assoluto, stante il disposto di cui all’art. 2474 del cod. civ. che vieta alle società a responsabilità limitata di acquistare o accettare in garanzia partecipazioni proprie, ovvero accordare prestiti o fornire garanzia per il loro acquisto o la loro sottoscrizione. In questo intervento ci occuperemo delle novità introdotte con la modifica di OIC 21.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it