La dichiarazione IVA e la tassazione dei beni assegnati ai soci

di Mario Agostinelli

Pubblicato il 22 febbraio 2014



in fase di elaborazione della dichiarazione occorre prestare estrema attenzione ad alcune particolari operazioni: analizziamo i risvolti pratici dell'assegnazione di beni ai soci dell'impresa

PREMESSA

Il momento della presentazione della dichiarazione IVA rappresenta quello in cui devono essere esercitate le necessarie riflessioni con riferimento alla corretta tassazione delle operazioni effettuata nell’arco dell’anno.

Tra le operazioni che possono destare alcuni dubbi interpretativi, vi sono le cosiddette operazioni senza corrispettivo che in sintesi si identificano nelle seguenti:

  • Cessioni gratuite di beni dell’impresa per i quali è stata operata la detrazione;

  • Prelievo dei beni dell’impresa per l’utilizzo privato dell’imprenditore e dei suoi familiari;

  • Il possesso dei beni che interviene a causa della cessazione dell’attività dell’impresa, quando i beni dell’imprenditore individuale vengono assunti da questi alla cessazione dell’attività economica;

  • L’assegnazione ai soci della società dei beni dell’impresa a prescindere dal titolo di assegnazione (che potrà essere quello dello scioglimento della società o del singolo rapporto del socio etc.).

Scarica il documento