I limiti alle compensazioni orizzontali per i crediti da imposte sui redditi e da ritenute alla fonte

di Fabio Federici

Pubblicato il 6 febbraio 2014

le nuove norme sulla compensazione dei crediti tributari impongono al revisore degli enti locali una nuova serie di controlli sulla gestione delle partite tributarie che entrano in compensazione...

Il comma 574 della Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) ha introdotto nuove norme volte a porre precisi limiti all’utilizzo delle compensazioni di crediti da parte dei contribuenti. La Disposizione impone, per i contribuenti intenzionati ad utilizzare la compensazione fiscale dei crediti Irpef, Ires, Irap eccetera, oltre a quelli concernenti ritenute alla fonte, l'obbligo di richiedere l'apposizione del visto di conformità quando i crediti eccedano i 15mila euro annui.

A riguardo l’Agenzia delle Entrate ha fornito nel corso di un incontro con gli operatori alcuni chiarimenti in merito alle modalità applicative delle limitazioni.

Innanzitutto si precisa che i nuovi vincoli riguardano esclusivamente le compensazioni orizzontali, ossia quelle tra i diversi tributi e/o contributi sempre se di