Revisori enti locali: il 12 dicembre scade il termine per le comunicazioni al Registro

di Sandro Cerato

Pubblicato il 9 dicembre 2013



è in scadenza giovedì prossimo il termine per la presentazione di nuove domande di iscrizione nell'elenco dei revisori dei conti degli enti locali e per la conferma dei revisori già iscritti nel predetto elenco

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 89 del 12.11.2013 è stato pubblicato l'avviso per la presentazione di nuove domande di iscrizione nell'elenco dei revisori dei conti degli enti locali e per l'aggiornamento (e la conferma) dei requisiti di coloro i quali risultavano già iscritti, nel predetto elenco, in sede di prima formazione dello stesso. Si rammenta, al riguardo, che l’iscrizione nell’ elenco dei revisori dei conti degli enti locali è subordinata al possesso di determinati requisiti specifici per ciascuna fascia demografia e che diventano più stringenti all’aumentare delle dimensioni dell’Ente. A titolo esemplificativo, per potersi iscrivere in fascia 2 (Comuni con popolazione da 5.000 a 14.999 abitanti, unioni di comuni e comunità montane), l’aspirante revisore degli enti locali deve:

  • essere iscritto da almeno 5 anni nel registro dei revisori legali o all'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili;

  • aver svolto almeno un incarico di revisore dei conti presso enti locali, ciascuno per la durata di tre anni;

  • conseguito, nel periodo 1° gennaio - 30 novembre dell'anno precedente, almeno 10 crediti formativi per aver partecipato a corsi e/o seminari formativi in materia di contabilità pubblica e gestione economica e finanziaria degli enti territoriali i cui programmi di approfondimento ed i relativi test di verifica siano stati preventivamente condivisi con il Ministero dell'interno.

 

Il termine utile per presentare la domanda di iscrizione o di mantenimento della stessa è stato fissato perentoriamente entro e non oltre i 30 giorni successivi a quello di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’avviso e, quindi, entro e non oltre il prossimo 12 dicembre 2013: ai fini della presentazione della domanda, si deve fare riferimento alla sua data di trasmissione che dovrà avvenire per posta elettronica certificata e sottoscrizione con firma digitale. In riferimento ai su citati requisiti, l’avviso pubblico evidenzia che:

  • i crediti formativi validi sono quelli conseguiti nel periodo 1° gennaio-30 novembre 2013 a seguito della partecipazione a eventi formativi che hanno ricevuto la condivisione dei programmi da parte del ministero dell'Interno;

  • il requisito relativo allo svolgimento di precedenti incarichi di revisore dei conti, richiesto per l'inserimento nelle fasce 2 e 3 dell'elenco, deve riferirsi a incarichi, della durata di un triennio ciascuno, svolti presso enti locali, come individuati ai sensi dell'articolo 2, comma 1, del D.lgs. 267/2000, ossia presso Comuni, Province, comunità montane e unioni di comuni.

 

L’avviso pubblico in commento ricorda che nell’ipotesi di soggetto iscritto sia al Registro dei revisori legali, sia all'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, si terrà conto, ai fini del possesso del relativo requisito, dell'iscrizione con maggiore anzianità. Occorre prestare la massima attenzione al fatto che, anche i soggetti che risultano già iscritti nell’apposito elenco, dovranno ugualmente presentare la domanda in cui attestare il permanere dei requisiti previsti dall'articolo 3 del Dm 23/2012 e il conseguimento, nel periodo 1° gennaio-30 novembre 2013, di almeno dieci crediti formativi previsti dalla normativa. Con la predetta domanda sarà possibile, nel caso in cui siano intervenute variazioni, aggiornare altri dati già precedentemente comunicati al registro, in sede di prima formazione dello stesso.

 

La compilazione del modello deve avvenire con accesso alla homepage del sito internet della Direzione centrale della finanza locale all'indirizzo: http://finanzalocale.interno.it, attraverso la selezione del link denominato: "Elenco revisori enti locali", acquisendo preliminarmente la password per poter accedere alla compilazione del modello (fase di registrazione al sistema). I soggetti che sono in possesso della password acquisita in sede di precedente registrazione, dovranno utilizzare la password già in loro possesso. Una volta conclusa la compilazione del modello nei dati richiesti, sarà possibile generare un file contenente i dati della domanda, in formato xml, che il richiedente dovrà sottoscrivere con firma digitale e trasmettere dalla casella di posta elettronica certificata, indicata al momento dell'accesso al sistema. Dopo la trasmissione, i soggetti richiedenti riceveranno, oltre alle ordinarie ricevute di accettazione e consegna proprie della posta elettronica certificata, una terza mail proveniente da finanzalocale.prot@interno.it di comunicazione circa il buon esito dell'acquisizione delle domanda, oppure dell'eventuale non avvenuta acquisizione con relativo messaggio di errore. Peraltro, la sola ricevuta di consegna della domanda, tramite posta elettronica certificata, non è sufficiente a comprovare la regolare trasmissione della domanda: è necessario, a tal fine, la ricezione del messaggio attestante che la domanda di iscrizione nel registro è stata inviata con successo.

 

Si rammenta, infine, che, coloro che presenteranno la domanda di iscrizione nell’elenco dei revisori dei conti degli Enti locali sono tenuti, a norma dell’art. 4-bis, comma 2 del DL 79/2012, a versare un contributo annuo di € 25 a copertura delle spese sostenute dal Ministero dell’Interno per le procedure telematiche per la raccolta, elaborazione e gestione dei dati richiesti e per iniziative di formazione a distanza. Pertanto, chi si iscriverà entro il prossimo 12 dicembre 2013, oppure confermerà la propria iscrizione entro tale data, dovrà effettuare il versamento entro il termine del 30 aprile 2014, a prescindere dalla circostanza che questo svolga effettivamente il ruolo di revisore presso un ente locale.

 

Circa le modalità di versamento occorre fare riferimento alle istruzioni che sono state rese disponibili nel comunicato del Ministero dell’Interno dello scorso 10 settembre 2013. In particolare, nel predetto comunicato è stato precisato che il conto corrente da utilizzare per il versamento di detto contributo è il n. 1013096209, intestato a Tesoreria Viterbo, Ministero Interno, art. 4-bis DL 79/2012 causale “Contributo dei revisori dei conti degli enti locali, anno 2014”, aggiungendo anche il codice fiscale dell’iscritto.

 

9 dicembre 2013

Sandro Cerato