Perdite su crediti: la rilevanza delle perdite su crediti di modico valore (22 pagine)

di Mario Agostinelli

Pubblicato il 12 ottobre 2013



fra le tante novità sulla deducibilità delle perdite su crediti, la più importante è quella che deriva dalle semplificazioni proposte dall'Agenzia in tema di deducibilità delle perdite derivanti da crediti di valore modico: ecco una guida di 22 pagine corredata da esempi pratici su come dedurre correttamente le perdite relative a tali crediti

Le perdite su crediti rilevate sulla base di processi di valutativi espressi dal redattore del bilancio, assumono rilevanza fiscale se radicate su fatti certi e precisi che siano idonei e adeguatamente verificabili a rappresentare l’inesigibilità irreversibile del credito.

Il Testo Unico delle Imposte sul reddito prevede che le perdite su crediti sono deducibili quando risultano da elementi certi e precisi, ed in ogni caso quando il debitore è assoggettato ad una procedura concorsuale. Quest’ultima ipotesi attribuisce una deducibilità automatica con sottrazione del sindacato di verifica della sussistenza degli elementi certi e precisi ai fini della rilevanza fiscale delle perdite rilevate... (clicca sul titolo per consultare l'articolo...)

Scarica il documento