Sempre in discussione i compensi agli amministratori

Con sentenza n. 2854 del 24 febbraio 2012 (ud. 8 febbraio 2012) la Corte di Cassazione ha ritenuto deducibili, per competenza, i compensi agli amministratori di società ed enti soggetti ad Ires, in contrasto con quanto previsto dall’art. 95, c. 5, del T.U. n. 917/86, secondo cui tali compensi sono deducibili “nell’esercizio in cui sono corrisposti”.
 
IL RICORSO DELLE ENTRATE
L’Amministrazione finanziaria “deduce violazione di norme di legge, in quanto il giudice di appello non considerava che il compenso corrisposto agli amministratori il 13 gennaio 2005 non poteva essere imputato all’anno in questione per la deduzione, trattandosi di costo non di competenza, posto che era stato sostenuto dopo il 12 di quel mese, e quindi a termine perentorio già scaduto, non potendosi applicare il principio della c.d. ‘cassa allargata’”.
&nbsp…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it