Cassa integrazione in deroga: decreto Cura Italia

di Angelo Facchini

Pubblicato il 19 marzo 2020

Alla Cassa integrazione in deroga possono accedere tutti coloro che non possono accedere a quella ordinaria, e viene estesa anche a chi ha meno di 5 dipendenti. Il testo dell’articolo 21: “Le Regioni e Province autonome, con riferimento ai datori di lavoro del settore privato, ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore, per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro, possono riconoscere, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, previo accordo che può essere concluso anche in via telematica con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale per i datori di lavoro che occupano più di cinque dipendenti, trattamenti di cassa integrazione salariale in deroga, per la durata della sospensione del rapporto di lavoro e comunque per un periodo non superiore a nove settimane”.