Assunzione disabili: adeguati gli importi per violazioni ed esonero

di Antonella Madia

Pubblicato il 10 dicembre 2021



Stabiliti i nuovi importi per le aziende in caso di violazione dell’obbligo di assunzione disabili, oltre che per il versamento del contributo esonerativo all’assunzione di disabili.

Con la pubblicazione dei Decreti MLPS nn. 193-194 del 2021, il Ministero adegua alcune regole relativamente al prospetto informativo disabili, e in particolar modo apporta modifiche concernenti l’adeguamento alla normativa sugli obblighi di assunzione di lavoratori di cui alla Legge n. 68 del 12 Marzo 1999.

 

Obbligo assunzione disabili: la quota di riserva

obbligo assunzione disabiliCome noto, entro il 31 gennaio di ogni anno i datori di lavoro hanno l’obbligo di inviare il prospetto informativo disabili, ossia un documento obbligatorio dal quale si evince se il datore di lavoro ha rispettato o meno l’obbligo di assumere lavoratori disabili al raggiungimento di alcuni limiti dimensionali della forza lavoro.

L’articolo 3 della L. n. 68/1999 prevede infatti che i datori di lavoro, sia pubblici che privati, devono assumere all’interno della cd. quota di riserva dei lavoratori con disabilità.

Tale quota di riserva è però proporzionata al numero di lavoratori in forza, e prevede che l’assunzione di lavoratori disabil