Contributi 2021 Gestione Separata INPS

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 8 febbraio 2021

Gestione Separata INPS: comunicate le aliquote 2021 per il calcolo dei contributi dovuti da tutti i soggetti iscritti alla Gestione separata.

Gestione separata INPS: arrivate le aliquote contributive per l’anno 2021 (con nuovo aumento per i professionisti).

gestione separata inpsL’INPS, con la circolare n. 12 del 5 febbraio 2021, comunica le aliquote per il calcolo dei contributi dovuti da tutti i soggetti iscritti alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335/1995; la legge n. 178/2020 ha previsto un aumento dell’aliquota.

Per i professionisti è stata introdotta una nuova aliquota contributiva, necessaria per coprire le spese per l’erogazione da parte dell’Istituto dell'indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (c.d. ISCRO).

 

NdR: Potrebbe interessarti anche...

Chiarimenti INPS sull’ISCRO (indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa) 

ISCRO: nasce la disoccupazione per i professionisti

 

***

Segnaliamo anche una importante recentissima Ordinanza della Corte di Cassazione che ha ulteriormente confermato che l'amministratore di SRL versa solo i contributi alla Gestione Separata INPS per il compenso percepito a tale titolo e non anche quelli alla gestione artigiani o commercianti se non presta la sua attività lavorativa all'interno della società (ma si limita al solo lavoro di amministratore).

 

Professionisti: introdotto nuovo balzello contributivo

L’articolo 1, comma 398, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, ha disposto un aumento dell’aliquota di cui all’articolo 59, comma 16, della legge n. 449/1997, pari a:

  • 0,26% per l’anno 2021;
  • 0,51% per l’anno 2022 e per l’anno 2023.

    Il contributo è a carico dei lavoratori autonomi, che esercitano per professione abituale le attività di lavoro autonomo di cui al comma 1 dell'articolo 53 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al DPR 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR), iscritti alla Gestione separata e non assicurati ad altre Gestioni di previdenza, né pensionati.

Il contributo è finalizzato a far fronte agli oneri derivanti dall’applicazione del comma 386 dello stesso articolo 1 della legge n. 178/2020, che ha previsto l’erogazione da parte dell’Istituto dell'indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (c.d. ISCRO).

 

ALIQUOTE 2021 della Gestione Separata INPS

Le aliquote dovute per la contribuzione alla Gestione separata per l’anno 2021 sono complessivamente fissate come segue:

Collaboratori e figure assimilate

Aliquote


Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie
per i quali è prevista la contribuzione aggiuntiva DIS-COLL

34,23%

(33,00 IVS + 0,72 + 0,51

aliquote aggiuntive)


Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie
per i quali non è prevista la contribuzione aggiuntiva DIS-COLL

33,72%

(33,00 IVS + 0,72

aliquota aggiuntiva)

Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria

24%

 

Professionisti

Aliquote


Soggetti non assicurati presso altre forme
pensionistiche obbligatorie

25,98%
(25,00 IVS + 0,72
aliquota aggiuntiva
+ 0,26 Iscro)

Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela
pensionistica obbligatoria

24%

 

Ripartizione dell’onere contributivo

Aziende committenti

La ripartizione dell’onere contributivo tra collaboratore e committente è stabilita nella misura rispettivamente di un terzo (1/3) e due terzi (2/3).

L’obbligo del versamento dei contributi è in capo all’azienda committente, che deve eseguire il pagamento entro il giorno 16 del mese successivo a quello di effettiva corresponsione del compenso, tramite il modello “F24” telematico per i datori privati e il modello “F24 EP” per le Amministrazioni pubbliche.

 

Professionisti

Per quanto concerne i professionisti iscritti alla Gestione separata, si ricorda che l’onere contributivo è a carico degli stessi e il versamento deve essere eseguito, tramite modello “F24” telematico, alle scadenze fiscali previste per il pagamento delle imposte sui redditi (saldo 2020, primo e secondo acconto 2021).

 

A cura di Vincenzo D'Andò

Lunedì 8 febbraio 2021

 

Informazioni estrapolate dal Diario Quotidiano di CommercialistaTelematico