COVID 19, e verifiche del collegio sindacale in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (con fac-simile)

Il collegio sindacale vigila sull’osservanza della legge e dello statuto pertanto, oltre alle ordinarie attività di verifica, l’organo di controllo dovrà quindi attivarsi per valutare il rispetto dei DPCM riferiti all’emergenza nazionale sanitaria.
Particolare attenzione va quindi prestata sugli adempimenti previsti dal protocollo sulle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro.

collegio sindacale sicurezza luoghi lavoroDoveri del Collegio sindacale

Secondo quanto previsto dall’art. 2403, codice civile, il collegio sindacale vigila sull’osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in particolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dalla società e sul suo concreto funzionamento.

(Per approfondimenti sul Collegio sindacale…“Collegio sindacale e revisore nelle SRL dopo il Decreto “Sblocca cantieri”)

In tale ottica, al fine di sorvegliare l’applicazione della legge e dello statuto, precisano i principi contabili OIC (Norma 3.2. Vigilanza sull’osservanza della legge e dello statuto)  il collegio sindacale all’inizio dell’incarico e successivamente nel corso del medesimo, provvede a definire la documentazione ritenuta rilevante per l’esercizio dell’attività di vigilanza.

L’attività di vigilanza sull’osservanza della legge e dello statuto si esercita attraverso l’acquisizione delle informazioni ritenute rilevanti mediante:

  • partecipazione alle riunioni degli organi sociali;
     
  • scambio di informazioni con gli amministratori della società, nonché con gli organi di controllo delle società controllate;
     
  • acquisizione periodica di informazioni dagli amministratori delegati;
     
  • acquisizione di informazioni dal soggetto incaricato della revisione legale, se presente, relativamente alle funzioni di competenza dello stesso;
     
  • espletamento di operazioni di ispezione e controllo;
     
  • lettura dei verbali precedenti.

Laddove l’analisi degli elementi costitutivi della struttura organizzativa e delle procedure interne dovesse evidenziare rischi inerenti alla violazione della legge e dello statuto, il collegio sindacale richiede all’organo amministrativo l’attuazione delle opportune azioni, la cui realizzazione va monitorata nel corso dell’incarico, al fine di verificarne l’efficacia.

Nel caso in cui essa non sia ritenuta sufficiente, il collegio adotta le azioni previste dalla legge per rimuovere eventuali violazioni.

Con riguardo al compimento di operazioni in cui uno o più amministratori abbiano un interesse per conto proprio o di terzi ovvero che siano influenzate dal soggetto che esercita l’attività di direzione e coordinamento ovvero ancora in caso di operazioni con parti correlate, i sindaci vigilano sul rispetto dei connessi obblighi normativi e in particolare sull’adempimento dell’obbligo di informativa previsto in capo agli amministratori.

Il collegio sindacale riassume le conclusioni dell’attività di vigilanza posta in essere in un apposito paragrafo della relazione da proporre all’assemblea in occasione dell’approvazione del bilancio esercizio.

 

Verifiche del collegio sindacale e sicurezza sui luoghi di lavoro

E’ compito del collegio sindacale vigilare sulle norme in materia tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

La valutazione circa l’adeguatezza della struttura deve essere assistita e preceduta da una scrupolosa analisi dei rischi che sono presenti nelle attività sociali e di impresa; analisi che richiede particolare attenzione proprio con riguardo alle materie presidiate da normative tecniche.

Conseguentemente il collegio sindacale dovrà procedere alla attività di vigilanza circa la verifica del:

  • possesso, da parte della società, delle licenze e delle autorizzazioni amministrative richieste per lo svolgimento di determinate attività e del mantenimento dei requisiti prescritti dalle disposizioni autorizzative;
     
  • esistenza delle autorizzazioni sanitarie prescritte ai fini della certificazione dell’idoneità dei locali in cui si svolge l’attività;
     
  • rispetto delle norme previdenziali, assistenziali e assicurative;
     
  • conformità degli atti e delle delibere degli organi societari alle norme in materia di privacy;
     
  • osservanza delle prescrizioni legislative e regolamentari in materia ambientale;
     
  • osservanza delle…
Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it