Premi e crediti d’imposta nel Decreto Cura Italia

di Giuseppe Zambon

Pubblicato il 26 marzo 2020

Il Decreto-legge n. 18 del 17.03.2020, denominato Cura Italia, dedicato alle “Misure fiscali a sostegno della liquidità delle famiglie e delle imprese”, introduce un premio per i lavoratori dipendenti e due crediti d’imposta per imprese e professionisti.

premi e crediti d'impostaPremi e crediti d’imposta nel Decreto Cura Italia: analizziamo nello specifico:

 

Premio ai lavoratori dipendenti (art. 63)

La norma concede un premio di 100 euro ai lavoratori dipendenti pubblici e privati con un reddito complessivo da lavoro dipendente nel 2019 non superiore a 40.000 euro.


Attenzione

la norma stranamente pone come limite il “reddito complessivo da lavoro dipendente” che sembrerebbe derivante dal solo lavoro dipendente svolto nel 2019 anche con più CU, mentre sia la relazione illustrativa che la relazione tecnica si riferiscono al reddito complessivo tout court (che corrisponderebbe al rigo RN1 modello REDDITI-PF/2020 e al rigo 11 modello 730-3/2020).

L’Agenzia delle Entrate con il “vademecum” di 14 slide pubblicato sulla rivista on line “Fisco Oggi” del 19.03.2020 riprende fedelmente la norma di legge indicando in 40.000 euro il reddito limite determinato dal reddito complessivo da lavoro dipendente  percepito nel 2019.

È vero che la norma è scritta così, ma forse merita una correzione in sede di conversione in legge perché chi ha un imponibile da lavoro dipendente inferiore a 40.000 euro ben può avere un reddito complessi