Quadro sinottico delle rottamazioni 2016-2017-2018

La quadratura delle opzioni proposte dalle tre diverse forme di rottamazione delle cartelle che si sono succedute e intersecate negli ultimi anni è complessa: ecco un elenco ragionato delle diverse opportunità utilizzabili per concordare con l’Agenzia delle Entrate i propri debiti fiscali

rottamazioniLa quadratura delle opzioni proposte dalle tre diverse forme di rottamazione delle cartelle che si sono succedute e intersecate negli ultimi anni è complessa: ecco un elenco ragionato delle diverse opportunità utilizzabili per concordare con l’Agenzia delle Entrate i propri debiti fiscali

 

ROTTAMAZIONE 2016

(D.L. n. 193/2016, art. 6)

ROTTAMAZIONE-BIS 2017

(D.L. n. 148/2017, art. 1)

ROTTAMAZIONE-TER 2018

(D.L. n. 119/2018, ART. 3)

 

RUOLI E SOGGETTI AMMESSI

 

 

Soggetti con carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1˚ gennaio 2000 al 31 dicembre 2016.

a) Soggetti con carichi affidati dal 1° al 30 settembre 2017;

b) soggetti con carichi ante 2017 mai inclusi in precedenti istanze di definizione agevolata;

c) i soggetti con carichi ante 2017 che, dopo aver presentato domanda per la prima rottamazione, se la sono vista rigettare perché al 24 ottobre 2016 avevano piani di dilazione in corso con l’Ader e non risultavano in regola con i pagamenti.

 

Soggetti con carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1˚ gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

STRALCIO

Sanzioni e interessi di mora

Sanzioni e interessi di mora

Sanzioni e interessi di mora

SOMME DA PAGARE

1. Il capitale stricto sensu;

  1. gli interessi da ritardata iscrizione a ruolo;
  2. l’aggio;
  3. le eventuali spese maturate a seguito di avvio di procedura esecutiva;
  4. le spese di notifica.

1. Il capitale stricto sensu;

  1. gli interessi da ritardata iscrizione a ruolo;
  2. l’aggio;
  3. le eventuali spese maturate a seguito di avvio di procedura esecutiva;
  4. le spese di notifica.

1. Il capitale stricto sensu;

  1. gli interessi da ritardata iscrizione a ruolo;
  2. l’aggio;
  3. le eventuali spese maturate a seguito di avvio di procedura esecutiva;
  4. le spese di notifica.

TEMPI DI PAGAMENTO

 

Pagamento in un num. massimo 5 rate da saldare in 14 mesi (da luglio 2017 a settembre 2018).

Pagamento in un num. massimo 5 rate da saldare in 7 mesi (da luglio 2018 a febbraio 2019).

Pagamento con dilazione quinquennale di massimo 10 rate, di pari importo, da saldare il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno a decorre dal 2019.

Per chi rateizza, a partire dalla seconda rata, il tasso d’interesse non sarà più del 4%, (come per le precedenti edizioni), bensì del 2 %.

CONTINUA… LEGGI IL QUADRO SINOTTICO COMPLETO NEL PDF QUI SOTTO

Avv. Maurizio Villani

Avv. Federica Attanasi

13 novembre 2018

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it