Dichiarazione IVA 2018: i primi dubbi

di Pierpaolo Bilotta

Pubblicato il 30 gennaio 2018



da una prima analisi della dichiarazione annuale IVA 2018 (per l'anno d'imposta 2017) sorgono alcuni dubbi sulla corretta compilazione del quadro VL (in particolare VL29 e VL 30), che meriterebero ulteriori chiarimenti da parte del Fisco

Da una prima lettura del modello Dichiarazione IVA 2018 in scadenza il 30/4/2018 (presentabile dal 1 febbraio) appare che non vi siano particolari modifiche.

Fra tutte quelle segnalate alle prime pagine delle istruzioni emerge la necessità di definire il raccordo informativo delle liquidazioni periodiche, già oggetto per il primo anno nel 2017, di comunicazione precedenti il modello annuale.

Ciò premesso il quadro VH che storicamente raccoglie la sintesi delle liquidazioni mensili e trimestrali, assume un significato modificato. Esso infatti non necessita di alcuna compilazione qualora le liquidazioni periodiche fossero corrette e concordanti con i dati annuali del modello.

Qualora, invece, anche una sola delle liquidazioni già trasmesse dovesse risultare diversa, le istruzioni recitano:

"Attenzione

il quadro VH, da quest’anno, deve essere compilato esclusivamente qualora si intenda inviare, integrare o correggere i dati omessi, incompleti o errati nelle comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA (cfr. risoluzione n. 104/E del 28 luglio 2017). In