Antiriciclaggio senza registro: come comportarsi?

Pubblicato il 23 novembre 2017

il recente decreto in tema di antiriciclaggio ha abolito l'obbligo di tenuta del registro: ora basta creare e conservare correttamente il fasciolo del cliente: alcuni suggerimenti pratici

Commercialista Telematico | Approfondimenti, Software e EbookNel corso dell’anno 2017 sono entrate in vigore numerose semplificazioni riguardanti gli adempimenti gravanti sui professionisti in materia di antiriciclaggio. Si tratta senza dubbio di una notizia positiva anche se la circostanza ha determinato un aggravio delle sanzioni applicabili nelle ipotesi di violazioni.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2017 il decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 90 di “Attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo e recante modifica delle direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE e attuazione del regolamento (UE) n. 2015/847 riguardante i dati informativi che accompagnano i trasferimenti di fondi e che abroga il regolamento (CE) n. 1781/2006”.

Il decreto, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 24 maggio, ha riscritto integralmente decreto legislativo n. 231/2007 in tema di contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo, in attuazione della direttiva (UE) 2015/849 (c.d. IV Direttiva Antiriciclaggio).

Il legislatore ha previsto modalità semplificate di conservazione