La nuova categoria delle microimprese ed il nuovo schema di bilancio

bilancio-micorpreseCriteri dimensionali

Il percorso logico e storico che ha portato l’Unione Europea a prevedere specifiche disposizioni per le imprese di minori dimensioni ruota essenzialmente attorno al concetto di proporzionalità tra gli oneri amministrativi richiesti alle imprese ed i benefici che ne conseguono, non soltanto con riferimento alle norme in materia di bilancio e reportistica aziendale, ma in senso molto più ampio con riferimento all’intero assetto legislativo gravitante intorno al panorama economico europeo.

Con l’intento basilare di garantire comunque un adeguato livello di trasparenza informativa, senza gravare però le imprese di minori dimensioni di costi eccessivi, anche la direttiva 2013/34/UE ha introdotto una serie di agevolazioni, esenzioni ed opzioni che si muovono nella direzione di prevedere obblighi diversi a seconda della dimensione dell’azienda.

L’articolo 3 della direttiva contiene i parametri dimensionali delle diverse categorie di imprese e gruppi, sintetizzati dalla tabella seguente….

Continua a leggere nel PDF

Button

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it