La cancellazione di una SRL con debiti residui

Quesito:

Sono abbonato a “Il Commercialista Telematico” e vorrei porre il seguente quesito di carattere societario:

Una srl chiude la fase di liquidazione ed espone nel bilancio finale di liquidazione cambiali attive per 130, un patrimonio netto finale di liquidazione di 100 e debiti tributari per 30.

Si chede se è corretto, in sede di riparto, procedere a girare le cambiali ai soci per 100 e destinare le ulteriori 30 (la cui scadenza è anteriore al termine per il pagamento delle imposte ma successiva alla data del bilancio finale di liquidazione) al pagamento delle imposte.

Si chiede inoltre se è sufficiente e/o necessario indicare nella nota integrativa al bilancio finale di liquidazione  che il liquidatore provvederà al pagamento delle imposte con l’incasso delle cambiali o se è opportuno farne menzione nel verbale di approvazione del BFL. Il tutto per non avere ostacoli alla cancellazione dal R.I.

Grazie e saluti.

Risposta:

Premesso che la società può essere cancellata anche in presenza di debiti non “sistemati” o pagati, altrettanto non può affermarsi quando – al contrario – abbiamo ancora la presenza di crediti.

La fase di liquidazione non può dirsi esaurita se in bilancio abbiamo ancora attività che non sono rappresentate da denaro.

Occorre monetizzarle o eliminare il credito, assegnandolo ai soci. Nel suo caso lei lo farebbe solo parzialmente, perché le girate ammonterebbero a 100 e non a 130.

I residui 30 vanno sistemati.

 

Per cui non può chiedere la cancellazione in presenza di questa entità di cambiali ancora non monetizzate.

La soluzione potrebbe essere:

  1. -non considerare chiusa la fase liquidatoria e quindi annullare il bilancio finale di liquidazione – se già redatto

  2. -pagare subito i debiti tributari con i proventi delle prime cambiali a scadenza e fino a 30

  3. -a quel punto non ha più debiti e può assegnare i restanti 100 di cambiali

  4. -e chiedere la cancellazione.

 

Se non fosse possibile pagare subito i debiti tributari, attendere la loro naturale scadenza, versare e chiudere il bilancio finale e la società in seguito.

24.11.2014

Roberto Mazzanti

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it