Auto in comodato: al via le sanzioni per la mancata annotazione sulla carta di circolazione

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 27 ottobre 2014

dal prossimo 3 novembre partono le sanzioni per la mancata annotazione sulla carta di circolazione: dunque, da tale data, per le auto concesse in comodato, occorre comunicare l’utilizzatore

 Dal prossimo 3 novembre partono le sanzioni per la mancata annotazione sulla carta di circolazione.

Dunque, da tale data, per le auto concesse in comodato, occorre comunicare l’utilizzatore.

Dal 3 novembre 2014 le mancate annotazioni di determinate informazioni sulla carta di circolazione verranno pesantemente sanzionate. Si parla, infatti, di una sanzione di 705 euro oltre alla pesante conseguenza del ritiro della carta di circolazione.

A tal fine, il Ministero dei Trasporti, con la circolare n. 15513/2014, ha fornito le indicazioni da seguire per rispettare tale “increscioso” adempimento.

Una prima importante precisazione fornita dalla circolare è che l’obbligo di annotare i dati sulla carta di circolazione e nell’Archivio Nazionale dei Veicoli riguarda gli atti posti in essere a decorrere dal 3 novembre 2014.

La circolare, in particolare, affronta diversi casi di intestazione temporanea di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi:

- a titolo di comodato;

- in forza di provvedimento di custodia giudiziale;

- nei casi di locazione senza conducente;

- nei casi di locazione senza conducente di veicoli da destinare ai Corpi di Polizia Loc