La proroga della TASI per i comuni che non hanno approvato le delibere

di Fabio Federici

Pubblicato il 18 giugno 2014

analisi dei meccanismi di compensazione previsti dallo Stato per quei Comuni non hanno approvato la delibera TASI nei termini previsti per far pagare i contribuenti il 16 giugno

Intervento in extremis del Governo sull’intricata questione TASI, in cui si cerca di fare ordine sulle scadenze e sui dubbi interpretativi che ancora erano rimasti irrisolti pur all’indomani dei ripetuti interventi legislativi su tale disciplina (in ultimo, si ricorda, il D.L. n. 16/2014 convertito dalla Legge n. 68/2014 “Salva Roma-ter”).

È stato infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto-legge n. 88 del 9 giugno 2014 contenente la disciplina per il versamento della Tasi.

Confermato per il solo anno 2014 il versamento della prima rata della TASI entro il 16 giugno 2014 sulla base delle deliberazioni di approvazione delle aliquote e del