Operazioni straordinarie: termini di versamento delle imposte e presentazione Modello Unico

 
I soggetti tenuti alla presentazione del modello UNICO SP (Società di persone ed equiparate) sono le societa` e le associazioni, residenti nel territorio dello Stato, tra le quali rientrano, in via principale, le societa` semplici, le societa` in nome collettivo ed in accomandita semplice.
In presenza di operazioni straordinarie e di liquidazione sono previste specifiche modalità` di presentazione della dichiarazione dei redditi e di effettuazione dei conseguenti versamenti. In termini generali, attraverso un’operazione straordinaria, si verifica la suddivisione dell’esercizio in due differenti periodi d’imposta. Questo comporta la necessità di presentare due differenti dichiarazioni: una relativa al periodo ante operazione e l’altra al periodo successivo all’operazione.
In merito e` intervenuto il Decreto Legislativo 175 del 2014. c.d. “Decreto semplificazioni fiscali”, approvato lo scorso 30 ottobre 2014 e pubblicato in G.U. n. 277 del 28.11.2014 , con il quale sono stati modificati i termini di versamento delle imposte ed è stata introdotta la modulistica che dovranno adottare le società di persone o associazioni che pongono in essere operazioni straordinarie.
L’art. 17 D. Lgs. n. 175/2014 ha previsto che le società o associazioni, nelle ipotesi di operazioni straordinarie (liquidazione, trasformazione, fusione e scissione) effettuano il versamento del saldo dovuto in base alla dichiarazione dei redditi e dell’IRAP entro il giorno 16 del mese successivo a quello di scadenza del termine di presentazione della dichiarazione.
 
Fondamentalmente, l’art. 17 ha modificato:

il DPR 322/98, che disciplina le modalità di redazione e sottoscrizione delle dichiarazioni ai fini delle imposte sui redditi e dell’IRAP, eliminando il riferimento ai soli soggetti Ires per consentire l’utilizzo dei modelli di dichiarazione approvati nel corso dello stesso anno solare in cui si chiude l’esercizio,anche alle società di persone o enti equiparati con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare;

il DPR 435/2001, nelle ipotesi di operazioni straordinarie – quali liquidazione, trasformazione , scissione e fusione – si tratta delle ipotesi di cui agli art. 5 e 5-bis del DPR 322 che coinvolgono società di persone o associazioni prevedendo che il versamento del saldo dovuto con riferimento alla dichiarazione dei redditi e a quella dell’IRAP venga effettuato entro il giorno 16 del mese successivo a quello di scadenza del termine di presentazione della dichiarazione.

 
La disposizione di fatto ha introdotto un termine mobile per il versamento del saldo dovuto stabilendo,quindi, che le società di persone di cui all’art. 5 TUIR (S.n.c., S.a.s.) debbano effettuare il versamento a saldo delle imposte dovute risultanti dalla dichiarazione, comprese quelle relative al primo acconto, entro il 16 giugno dell’anno di presentazione della dichiarazione dei redditi e IRAP.
Il comma 2 prevede che“ I versamenti possono essere effettuati entro il trentesimo giorno successivo ai termini previsti, maggiorando le somme da versare dello 0,40 % a titolo di interesse”.
 
Per le operazioni straordinarie l’anno solare viene distinto in due periodi d’imposta.
La data che delimita i periodi facendo da spartiacque è quella dell’iscrizione dell’atto che realizza l’operazione presso il Registro Imprese.
L’art.17 comma 2 del D.Lgs. n. 175/2014, intervenendo sul testo dell’art. 17 del D.P.R. 435/2001, ha stabilito che, in caso di operazioni straordinarie il saldo delle imposte sui redditi e dell’IRAP relative alla frazione di esercizio che va dall’inizio del periodo d’imposta alla data in cui ha effetto l’operazione, va corrisposto entro il giorno 16 del mese successivo a quello di scadenza del termine di presentazione della …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it