In Italia ora esistono tre diversi tipi di S.r.l.

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 14 luglio 2012

le Manovre finanziarie e fiscali emanate dagli ultimi 2 Governi hanno innovato sostanzialmente il diritto societario con l'introduzione di 2 nuove figure societarie: la Srl semplificata e la Srl a capitale ridotto

Alla S.r.l. ordinaria si è affiancata la S.r.l. semplificata e per ultimo anche la Srl a capitale ridotto.

Il cd. ‘‘Decreto Crescita’’ (art. 44 del D.L. n. 83 del 22.06.2012) ha introdotto, accanto alla S.r.l. semplificata, una nuova tipologia di Società a responsabilità limitata a capitale ridotto.

Rispetto alla S.r.l. semplificata non vi sono limiti di età previsti per i soci, mentre rimane ferma l’assenza di un capitale minimo.

Pertanto, in atto, come rilevato in dottrina, si sono venuti a creare tre distinte tipologie di S.r.l.:

- S.r.l. ordinaria;

- S.r.l. semplificata;

- S.r.l. a capitale ridotto.

S.r.l. ordinaria

La costituzione avviene per atto pubblico (contratto o atto unilaterale).

I soci possono essere persone fisiche (senza limiti di età) o persone giuridiche.

La forma dello statuto e atto costitutivo è libera.

Riguardo il contenuto dello statuto e dell’atto costitutivo, occorre fare riferimento a quanto indicato nel comma 2 dell’art. 2463 c.c..

Gli amministratori possono essere anche non soci, anche di età inferiore a 35 anni.

Il capitale sociale deve essere di almeno 10.000 euro, e va versato per almeno il 25% alla costituzione.

Le spese di costituzione sono quelle ordinarie.

Infine, riguardo la cessione delle quote, non sono previste particolarità.

S.r.l. semplificata

La costituzione avviene per atto pubblico (contratto o atto unilaterale).

I soci devono essere persone fisiche di età inferiore ai 35 alla data della costituzione.

La forma dello statuto e atto costitutivo deve essere conforme al modello standard introdotto con Decreto Ministeriale.

Riguardo il contenuto dello statuto e dell’atto costitutivo, occorre fare riferimento a quanto indicato nel comma 2 dell’art. 2463 c.c.